Radio2Space: radio telescope uses and applications

Radiotelescopio avanzato SPIDER 300A installato presso l’Università New Mexico Tech vicino al Very Large Array negli Stati Uniti. Il radiotelescopio SPIDER viene utilizzato dagli studenti in radioastronomia prima di passare a radiotelescopi più grandi. In questo modo i professori e gli studenti possono concentrarsi sulla radioastronomia con un radiotelescopio compatto ma potente invece di doversi preoccupare di costruirne uno.

“La strumentazione che hanno progettato è più robusta e resistente alle intemperie di quanto non avessimo prima. È come passare da due lattine e un pezzo di corda a un iPhone. Ora abbiamo uno strumento che imita quello che facciamo con il Very Large Array, ma questo è facile da usare per gli studenti.”

(Judy Stanley, NRAO/VLA Education Officer, dall’articolo “Interferometer installed at Etscorn Observatory” di John Larson, El Defensor Chieftain).

 

Radio2Space: utilizzi ed applicazioni dei radiotelescopi

 

I VANTAGGI dei radiotelescopi e sistemi d’antenna per stazioni di terra Radio2Space:

Quando vengono utilizzati per la radioastronomia, i radiotelescopi SPIDER superano le limitazioni tipiche dei telescopi ottici: non è necessario attendere la notte o condizioni meteorologiche favorevoli ed i radiotelescopi non sono limitati dall’inquinamento luminoso. Questi innovativi strumenti pronti all’uso consentono a qualsiasi persona senza elevate competenze tecniche di fare astronomia, sempre e ovunque. I radiotelescopi SPIDER consentono agli utenti di catturare le onde radio provenienti da sorgenti radio nel nostro Sistema Solare, dalla Via Lattea e da distanti nebulose o galassie. Gli utenti possono analizzare ed elaborare i dati, rilevare spettri e generare mappe radio di molti oggetti.

I sistemi d’antenna per stazioni di terra INTREPID consentono a qualsiasi istituto scientifico o scolastico di possedere e gestire i sistemi scientifici più accessibili, anche per le comunicazioni spaziali. Grazie a tecnologie appositamente sviluppate, i sistemi d’antenna INTREPID possono supportare l’esplorazione con veicoli spaziali e missioni satellitari nell’orbita terrestre e sono comandati a distanza per controllare la posizione dell’antenna e registrare ed elaborare anche i segnali più deboli. I sistemi d’antenna per stazioni di terra INTREPID utilizzano montature molto precise che consentono un rilevamento accurato del veicolo spaziale – combinato con l’uso di antenne ad alta direttività, il rumore di fondo viene ridotto contribuendo a rilevare i deboli segnali provenienti dai veicoli.

 

Radio2Space: utilizzi ed applicazioni dei radiotelescopi

 

CLIENTI

Scuole e Università

La radioastronomia è la materia scolastica perfetta per un programma educativo poiché può essere eseguita durante il giorno e, con gli strumenti adeguati, anche in condizioni climatiche avverse. I radiotelescopi SPIDER consentono a professori e studenti di concentrarsi su come utilizzare un radiotelescopio, acquisire ed elaborare dati, invece di dover capire come costruirne uno.

Agenzie spaziali e Operatori satellitari

I sistemi d’antenna per stazioni di terra INTREPID consentono alle agenzie spaziali e agli operatori satellitari di possedere e utilizzare i sistemi scientifici più convenienti per la comunicazione spaziale. I sistemi d’antenna per stazioni di terra INTREPID non solo forniscono strumenti di alta qualità a un prezzo accessibile, ma riducono anche i costi di funzionamento e manutenzione.

Istituti scientifici

I radiotelescopi SPIDER sono sviluppati con le stesse caratteristiche di un grande radiotelescopio, in questo modo possono essere utilizzati anche per la ricerca. I radiotelescopi SPIDER sono pronti per l’interferometria e gli istituti scientifici possono anche utilizzare più radiotelescopi compatti per migliorare le prestazioni del sistema, aumentando l’area di raccolta e la risoluzione spaziale.

Musei e Planetari

Per coinvolgere le persone all’applicazione spaziale, musei e planetari possono utilizzare i radiotelescopi Radio2Space insieme al modulo multimediale che abbiamo appositamente progettato. In questo modo le persone, senza particolari abilità, possono usare i radiotelescopi in tempo reale ed eseguire semplici esperimenti come puntare diverse sorgenti radio dell’Universo, calcolare la temperatura del Sole o rilevare l’Idrogeno neutro nella Via Lattea.

Puoi essere il primo a conoscere le ultime novità, i nuovi prodotti e le scoperta scientifiche sulla Radioastronomia o sulla Comunicazione Satellitare.

    I consent to the processing of my personal data for the purposes indicated in the Privacy Policy